Oggi e' 25.08.2016
Sei qui: Home
Calendario 2015 "Occhio al Bit"
occhio_al_bit_cover_detail.png Finalmente stampato “Occhio Al Bit”, il calendario 2015 prodotto da “Verde Binario” in collaborazione con l'Associazione Culturale Fotografica “Ladri di Luce”!

E' possibile scaricare “Occhio al Bit” in formato digitale, ad alta risoluzione cliccando qui (~ 30 Mb)

Puoi avere il calendario cartaceo con una sottoscrizione monetaria di 5 euro, che sarà interamente utilizzata per coprire le spese di locazione e di condominio dello stabile che ospita la sede dell'associazione e il Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI). Scrivi una e-mail a per prenotarne una copia e ci metteremo d'accordo sulle modalità di consegna e di versamento.

Il concept di “Occhio al bit” parte da una semplice considerazione: i reperti del Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI) sono talmente particolari da essere fotogenici.

La varietà di forme, colori e dimensioni dei primi calcolatori elettronici, appare oggi sbalorditiva e va a comporre la storia dell’informatica e dell’interazione uomo-macchina, che come spesso accade è fatta di tentativi arditi e fallimenti clamorosi e si ammanta a volte di mistero! :-)

Il MIAI è una collezione di computer, console, cabinati, mainframe, documentazione e software originali cresciuta nel tempo grazie ad un costante lavoro di esplorazione e collaborazione con enti pubblici, privati, associazioni, persone o semplicemente con l’avvistamento di un reperto abbandonato nella spazzatura! :-)

Si tratta di un Museo vivo grazie ad un paziente lavoro di cura: dalla gestione al restauro funzionale dei reperti informatici in laboratorio, dalla ricerca tecno-scientifica alla ricostruzione della loro storia. Un’esperienza vissuta attraverso l’Associazione, un grande e multiforme laboratorio di condivisione.

Mostra Fotografica "Occhio Al Bit"
L'Associazione Culturale "Verde Binario" e
L'Associazione Culturale Fotografica "Ladri di Luce"

presentano

occhioalbit_web.jpg

O C C H I O _  A L _ B I T

Contest Fotografico sul Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI)

Inaugurazione della mostra con le fotografie scattate durante il contest
e presentazione del Calendario Fotografico 2015

Lunedi 15 Dicembre 2014 alle Ore 18 presso il TAG Cosenza
in Via Marco Polo 7, a Rende (CS)


l'esposizione resterà aperta dal 15 al 20 Dicembre 2014 h17-20


I protagonisti saranno i reperti del MIAI (Museo Interattivo di Archeologia Informatica) particolarmente fotogenici, testimonianza non solo dell'evoluzione informatica ma soprattutto reperti dal design affascinante e imprevedibile.

Sarà un'occasione per poter visionare in anteprima le immagini scelte per il Calendario e, ancor di più, per poter vedere da vicino i soggetti fotografati e... interagire con loro.

Ebbene si, tutti i reperti che verranno esposti saranno perfettamente funzionanti; da quanto non vi capita di giocare a Tetris o ad altri giochi che rispolverati fanno parte della vostra infanzia? 

...Vi aspettiamo!



Lovelace Saturdays: NeXT Cube (1990) -gli anni di Steve Jobs alla NeXT
next_cube_web.jpg Sabato 6 Dicembre

al Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI) di Cosenza

h17:15 Accoglienza con te' e biscotti

h18:15 NeXT Cube (1990): gli anni di Steve Jobs alla NeXT
seminario e esposizione temporanea, a cura di Tommaso Caruso

dopo l'uscita da Apple nel 1985, Steve Jobs fonda la "NeXT computers", un marchio che riscuote scarso successo commerciale, ma che ha cambiato la storia recente dell'informatica.

Sul computer NeXT Cube Tim Berners-Lee creerà nel 1989 al CERN la prima pagina HTML della storia, dando vita al World Wide Web.

L'acquisizione di NeXT da parte di Apple nel 1996 segna il ritorno di Steve Jobs e la sua nuova scalata al successo nell'azienda di Cupertino. Da quel momento fino ad oggi, il sistema operativo NeXT Step diventa la base di tutti i nuovi "iProdotti" della mela.


---
Il Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI) è una esposizione permanente di computer storici.

Durante la visita al MIAI gli ospiti sono incoraggiati ed incentivati ad utilizzare le apparecchiature esposte, interagendo con sistemi esotici, divertendosi con videgiochi arcaici e sperimentando il buon vecchio software di una volta.

Il MIAI si trova presso la sede dell'Associazione Culturale "Verde Binario", in Via Accattatis n.4, a Cosenza.

E' possibile prenotare una visita guidata al MIAI scrivendo a

1977-1987 Quando Il Computer divenne Personal
1977-1987_small_square.jpg Venerdi 5 Dicembre

presentazione del libro

"1977-1987 Quando Il computer divenne Personal" di Paolo Cognetti

saranno presenti
- Paolo Cognetti (autore, collezionista)
- Vincenzo Colacicco (co-autore, Museo Interattivo di Archeologia Informatica)

alle ore 18:30 presso la Libreria Ubik via Galliano 4, Cosenza

..non mancate!

"La più ampia e meravigliosamente dettagliata storia della tecnologia, le macchine e le persone che hanno fatto la rivoluzione del Personal Computer. Le storie e le fotografie delineano un affascinante quadro del 'Big Bang' che ha portato i computer fuori dai laboratori di ricerca e dalle grandi aziende fino alle mani di tutti noi" 

- Len Shustek, co-fondatore e presidente del Computer History Museum

Lovelace Saturdays al MIAI - Novembre 2014
vax_unical.jpgRipartiamo alla grande con i nostri eventi a tema dedicati ad Ada Lovelace, la prima programmatrice della storia!

Sabato 8 novembre al Museo Interattivo di Archeologia Informatica (MIAI) di Cosenza

ore 18:00 - "Il Digital Equipment Corporation VAX 11/780 e l'ex Centro di Calcolo dell'UniCal", a cura del prof. Renato Guzzardi

ore 18:45 - "I Fantasmi del CED - storie di hacking dagli anni '80", a cura di Gabriele 'Asbesto Molesto' Zaverio.

Come sempre, saremo in collegamento audiovisivo con il Museo dell'Informatica Funzionante - Palazzolo Acreide (SR).

il MIAI si trova in Via Accattatis 4, a Cosenza
...partecipate numerosi!
<< Inizio < Prec 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>