Oggi e' 13.08.2020
Sei qui: Home
100 Computer per le Scuole PDF Stampa E-mail
Aiutiamoci per raggiungere questo obiettivo ambizioso!

Sembrano tanti, ma coloro che ne hanno urgente bisogno sono molto.... molto di più!

Verde Binario supporterà il Coordinamento Educativo Cosenza in collaborazione con il Coordinamento Emergenza COVID Cosenza nel recupero e nella riqualificazione di hardware usato funzionante o acquistato nuovo tramite una campagna di raccolta di fondi e di materiali.

Mettiamo a disposizione la nostra esperienza sviluppata con il Progetto Trashware al fine di garantire computer adeguati ed eventuali attrezzature necessarie per superare le barriere digitali che studenti, famiglie, case famiglia, lavoratori si trovano ad affrontare.
I computer saranno donati a coloro che si trovano in condizioni di emergenza economica e di disagio tecnologico e che non hanno avuto modo di accedere alle risorse messe a disposizione dalle scuole.

L'Istituto Comprensivo "Via Roma - Spirito Santo" di Cosenza è l'ente capofila deputato alla raccolta.

Per contribuire:

Conto Corrente Coordinamento Educativo:
IBAN: IT76 V031 1116 2000 0000 0010 246
intestato a: IC VIA ROMA SPIRITO SANTO
con causale: 100 COMPUTER PER LA DIDATTICA

Fin da ora ....GRAZIE di cuore! :-)

Accettiamo esclusivamente materiale funzionante

L'accettazione dei materiali è registrata tramite un semplice verbale di consegna sottoscritto.

Cerchiamo:

COMPUTER

Portatili: prodotti dal 2012 in poi (non più “vecchi” di 8 anni)
PC fissi: prodotti dal 2012 in poi (non più “vecchi” di 8 anni)

COMPONENTI:

Processori: Generazione Intel CoreDuo o superiore
Memorie: Moduli DDR da 1, 2 o 4 GB
Dischi Rigidi (HD): SSD (a stato solido) con capacità almeno 60GB

PERIFERICHE

Monitor: 17 pollici, LCD/TFT (quindi *NON* a tubo catodico)
Webcam: Risoluzione 1024x768 o superiore, interfaccia USB
Schede wireless: Wireless B/G/N (scheda PCI o USB)
Microfoni: Collegamento minijack o USB
Cuffie: Collegamento minijack o USB
Casse: Collegamento minijack o USB
Cavi alimentazione: Possibilmente spina europea

per info e per concordare l'accettazione dei materiali nelle varie sedi o per appuntamento ritiro a domicilio:

Email di riferimento

Telefono/WhatsApp:  +39 339 417 4459

Assistenza remota strettamente tecnica sul materiale donato: http://assistenza.verdebinario.org/

Sul materiale riqualificato e in base alle esigenze didattiche viene installato Linux Mint - un sistema operativo libero e Open Source - per scelta etica, sicura, legale.


Report  - Campagna “100 computer per le Scuole”

Il Coordinamento Educativo Cosenza nasce ad inizio aprile 2020 per affrontare la situazione di difficoltà improvvisa che il territorio ha vissuto con la Didattica a Distanza (DAD).

La pandemia da COVID-19 ha costretto le scuole ad un periodo di chiusura senza precedenti, durata fino alla fine dell’anno scolastico. La DAD si è imposta come l’unico modo per garantire una continuità didattica durante i lunghi mesi di lockdown.

Una “toppa” che ha mostrato numerosi limiti sia dal punto di vista dell’insegnamento in senso stretto (in che misura l’interazione dal vivo tra insegnanti e alunni può essere rimpiazzata da un suo surrogato telematico?) che da un punto di vista più materiale, legato alla distribuzione e alla adeguatezza degli strumenti tecnologici per poter accedere alle lezioni.

Uno stato di emergenza che ha creato notevoli disagi alle studentesse e agli studenti di ogni ordine e grado e alle loro famiglie e che ha fatto emergere con forza le dinamiche di esclusione dall’istruzione e dall’educazione dovute a situazioni di povertà socioeconomica a cui si è aggiunta la mancanza di mezzi digitali adeguati per accedere alla DAD.

Per contenere questo problema, il Coordinamento ha lanciato tra le prime azioni, a fine aprile,  “100 computer per le Scuole”.  Non solo una campagna di raccolta fondi ma anche di raccolta materiali hardware da riqualificare per superare le barriere digitali a partire da chi è in difficoltà economica.

L’Associazione Culturale Verde Binario si è occupata di riqualificare i computer donati dalla cittadinanza al Coordinamento e di selezionare materiale informatico nuovo o ricondizionato da acquistare con le donazioni economiche raccolte. Nello specifico, i computer sono stati riqualificati sostituendo gli hard disk di vecchia generazione con unità nuove a stato solido (SSD), aumentando la memoria RAM, e integrati ove necessario  aggiungendo componenti come monitor, webcam, set di cuffie/microfono e schede di rete wireless. Su tutti i sistemi è stato installato GNU Linux “Mint” 19.3, un sistema operativo Libero e Open Source. Una scelta etica, sicura, legale e funzionale, con a disposizione tutti gli applicativi per una positiva e prestante esperienza didattica-educativa con la DAD. Si è pensato, inoltre, di attivare un contatto telefonico di riferimento  e l’assistenza da remoto. Verde Binario si è occupata anche di ritirare il materiale hardware donato e di consegnare a scuola i materiali riqualificati registrando l’attività su foglio di calcolo condiviso con il Coordinamento.

Il reperimento di materiale informatico durante il lockdown e in piena DAD è stato difficoltoso. Il mercato (locale e on line) delle tecnologie informatiche è stato preso letteralmente d’assalto generando scarsità di risorse e quindi difficoltà serie nel reperimento di computer, componenti e periferiche utili alla DAD, raggiungendo, peraltro, prezzi elevati e tempi di consegna piuttosto lunghi. Ci si è resi conto di un evidente andamento speculativo del mercato di questi beni. In questo contesto, anche le donazioni di materiale hardware da parte dei cittadini sono state al di sotto delle aspettative:  in un territorio già “tecnologicamente povero” le risorse a disposizione di aziende e famiglie vengono usate fino in fondo, e nell’era del distanziamento sociale sono ancora più preziose.

Questi aspetti hanno condizionato notevolmente la possibilità di dare una risposta immediata a chi ha avuto necessità di studiare su un computer.

Al fine di raggiungere l’obiettivo dei “100 computer”, con i fondi raccolti si è provveduto all’acquisto di materiale riqualificato presso coloro che si occupano di elettronica solidale (ad es. Soc. Coop. Reware, Roma), di rafforzare la campagna di raccolta fondi/materiali e di attendere l’evoluzione del mercato. Sono state presentate richieste formali di donazione hardware presso enti pubblici e privati. I tempi burocratici per prendere in considerazione ed esaudire richieste di questo tipo sono purtroppo già molto lunghi e hanno anch’essi con ogni probabilità risentito di una situazione che ha costretto gli impiegati a un maggiore sforzo di coordinamento.

L’Istituto Comprensivo “Via Roma - Spirito Santo” è stato l’ente capofila deputato alla raccolta dei fondi e anche il punto di consegna dei portatili/PC che sono stati consegnati ad altre scuole (IC Gullo di Cosenza), alle famiglie e alle case famiglia che ne avevano bisogno. 

Il Coordinamento ha creato locandine, comunicati stampa, volantini, video diffusi tramite siti e socials e ha collaborato con il Coordinamento Emergenza COVID Cosenza per raggiungere le persone in modo più capillare. Si è formato un gruppo whatsapp specifico per il reperimento dei materiali.

In un mese e mezzo scarso di attività, i pezzi consegnati sono stati 34 e si è riusciti a contenere la spesa sfruttando i contatti e l’esperienza di Verde Binario nel campo del “trashware”, per cui si è stato possibile fornire computer adatti alle attività di DAD con un costo medio accettabile  per ciascun sistema completo. In tal modo è stato possibile evitare di spendere velocemente i fondi raccolti acquistando pochi beni che avevano un costo medio piuttosto elevato (portatili/tablet).

Ad oggi non è stata raccolta alcuna lamentela sul loro funzionamento.

Restano 10 PC da riqualificare (sicuramente HD da cambiare e sono senza monitor, tastiera, mouse, webcam e scheda di rete) frutto dell’ultima donazione ricevuta arrivata a chiusura dell’anno scolastico. Sono stati raccolti in totale 8693,00 euro, spesi 5140,89 euro, restano sul Conto Corrente dell’IC “Via Roma -Spirito Santo” 3552,11 euro.

I dispositivi sono stati distribuiti in comodato d’uso gratuito:

10 alle Case Famiglia 

(Canossiane 2, Monache Sante 2, Celico 2, Case occupate 3)

8 alla IC Gullo

16 all’IC via Roma-Spirito Santo



Succ. >